TORNA UNA RUBRICA UN PO’ TRASCURATA

Sono consapevole di essere troppo pigra per avere un blog decente.

Era nelle mie intenzioni quella di sviluppare rubriche piu’ o meno costanti, cosi’ come altri blog propongono ai propri lettori, ma considerato che il mio blog non ha lettori (eccetto me e tutti quelli che ci capitano cercando sui motori l’espressione “pioggia dorata“) l’intento si e’ trasformato dapprima in idea, poi in ricordo.

Oggi pero’ mi sono applicata e presento tre nuove proposte per la categoria Fratelli da parte di fava, ovvero separati alla nascita. Naturalmente ci sono mille blog e siti dove trovare somiglianze piu’ interessanti e realistiche delle mie, ma io mi do’ da fare per cercare affinita’ laddove proprio non ce ne sono. E mi diverto pure!

La prima proposta e’ decisamente improbabile: Mario Draghi vs Gary Sinise
Sara’ l’aria compita, il sorrisetto sornione o lo sguardo malandrino, ma tutte le volte che vedevo Draghi in tivvu’ lanciare anatemi contro le banche italiane mi sembrava di averlo gia’ visto da qualche altra parte. Magari al cinema, o forse in CSI…

sinise-draghi.jpg

La seconda somiglianza me la porto dietro da quando ero bambina: Tom Petty vs Martina Navratilova.
Uno e’ un uomo, l’altra una ….ehm…donna, ma le immagini non hanno bisogno di commenti!

petty-navratilova.jpg

Lo so. La terza somiglianza e’ piu’ che azzardata, ma sono seriamente convinta che Rihanna abbia un no-so-che di Charlize Theron. Sara’ lo sguardo, la forma della bocca….non so…pero’ credo che se Charlize fosse nata ai Caraibi avrebbe le fattezze di Rihanna!

rihannacharlize.jpg

Annunci

POSH SBARCA A LA

oompa_loompa.jpg

…Oompa Loompa doompety doo
I’ve got another puzzle for you
Oompa Loompa doompedah dee
If you are wise you’ll listen to me

What do you get from a glut of TV
A pain in the neck and an IQ of three
Why don’t you try simply reading a book
Or could you just not bear to look
You’ll get no
You’ll get no
You’ll get no
You’ll get no
You’ll get no commercials

Oompa Loompa doompety da
If you like reading you will go far
You will live in happiness too
Like the – Oompa –
Oompa Loompa doompety do…

MANGANELLI NUOVO CAPO DELLA POLIZIA

Da Repubblica.it:

Manca solo l’ufficialità, ma orma la nomina di Antonio Manganelli a capo della Polizia al posto di Gianni de Gennaro è cosa fatta. Fonti di Palazzo Chigi confermano che la questione è “a buon punto” e che le “ultime verifiche” saranno fatte domani mattina per decidere se portare la nomina al Consiglio dei ministri convocato già per domani alle 17.30.

NOMINA SUNT CONSEQUENTIA RERUM

manganelli.jpg

BILLY BOB: AIUTO UNA SEDIA LUIGI XVI MI STA FISSANDO!

Tra le molteplici news inutili pubblicate dai giornali on-line ce ne sono alcune che riescono particolarmente bene: sara’ per l’assurdita’ dei contenuti riportati, sara’ perche’ trattano di problemi che neanche sapevo potessero esistere, ma una risata me la riescono a strappare (e ultimamente non e’ affatto semplice).

billybob.jpgIl sito del Corriere riporta un’interessantissima rassegna delle fobie delle star. Ce n’e’ di che sbizzarrirsi e ho provato a fare una classifica: dalla fobia piu’ “banale” fino a quella da vero VIP isterico.
Al 10 posto si classificano le star che temono gli insetti: Scarlett Johansonn va in paranoia per gli scarafaggi (e chi di noi amerebbe trovarsene uno nel piatto o anche solo vicino al letto?) e il terrore di Nicole Kidman per le farfalle e’ abbastanza diffuso

9 – la bella Uma Thurman e’ claustrofobica

8 – mentre la sua collega Kim Basinger e’ affetta dalla fobia opposta, l’agorafobia

7 – ex-aequo per Jennifer Aniston, Whoopy Goldberg e Cher che condividono la paura di volare

6 – Madonna non sopporta i tuoni

5 – Pamela Anderson non sopporta la sua immagine riflessa in uno specchio (perche’? non riesce a riconoscersi?)

4 – Orlando Bloom ha il terrore dei maiali (?!)

3 – altro ex-aequo per la fobia di Johnny Depp e P. Diddy indirizzata verso i clown (devono aver letto IT in tenera eta’!)

2 – Christina Ricci ha paura delle piante in generale

1 – ma il mio vero idolo e’ Billy Bob Thornton, terrorizzato dai mobili antichi! Pare che si rifiuti di entrare in una stanza arredata con mobili di produzione antecedente al 1950.

MIO CUGGINO OWEN WILSON

Oggi ho cazzeggiato un pochino. Lo so, non si deve fare, ma e’ piu’ forte di me: quando mi imbatto in questi siti stupidi non riesco a resistere. DEVO provare!

Quando ieri in macchina ho appreso dell’esistenza del sito www.myheritage.com , una scimmia pelosa mi e’ calata sulla spalla e non mi ha abbandonato fino a questa mattina, quando mi sono iscritta al sito per conoscere quali scintillanti divinita’ hollywoodiane piu’ mi somigliano.
Mentre caricavo la mi foto, gia’ mi immaginavo i miei lineamenti paragonati a quelli delle dive piu’ glamourous: il naso importante di Uma, le labbra sottili e aristocratiche di Gwinet, i penetranti occhi scuri di Salma (non di una salma…).

Ma la realta’ e’ sempre piu’ cruda e spietata di quello che ci aspettiamo, e in questo caso pure un po’ stronza. Primo risultato: somiglianza all’80% con Owen Wilson, che, per carita’, e’ un attore simpatico e caruccio, ma non si puo’ certo definire un sex symbol! Eppoi ‘sta somiglianza io proprio non ce la vedo…
Tra gli altri risultati, nessuno degno di nota (se non Rod Steward, ma preferirei sorvolare…).
Incaponita, ci riprovo con altre foto.
Niente. Di Uma, Gwinet e Salma non vi sono tracce. In compenso risultati che sorprendono: da Bruce Lee ad Anna Frank, passando per Elton John (saranno gli occhiali, mi sono detta), Samuel Jackson e Desmond Tutu.
Quelle che salvo: Isabella Rossellini (grande classe!) e Lucille Ball, donna eccezionale e di spirito ineguagliabile (un po’ come me del resto).

Mi consolo pensando che forse mi puo’ tornare utile la somiglianza con Justin Timberlake: chissa’ se vantare una lontana parentela potra’ farmi risparmiare le 57 banane per il concerto del primo Giugno?!

vale-wilson.JPG

PRRRR, PRRRR, MI SUONA IL CELLULARE

Che strana entita’ il popolo dei maniaci di sfondi&suonerie! E’ un target assolutamente trasversale: si va dallo studente tredicenne, all’agente immobiliare, passando per la casalinga annoiata e il pensionato in spread tecnologico.  Tutti li’ a smanettare su tastierine minuscole per scaricare simpatici sfondi e suonerie che piu’ moleste non si puo’.
Come sono old economy io che utilizzo il mio cellulare per effettuare semplici telefonate e a malapena ho imparato a salvare numeri in rubrica dopo 3 anni di utilizzo dello stesso, sfigatissimo, telefonino!

La cosa che mi sconcerta di piu’ pero’ non e’ la bramosia del download sfrenato, quanto piuttosto l’interesse per contenuti orridi e pecorecci. Passi il gattino, il cagnolino, il conigliettino, la farfallina, e vari animaletti teneroni. Posso sorvolare anche sulla popputa di turno, del resto si sa che tira piu’ un pelo di…etc…etc. Certo che pero’ pagare 2-3 euro per avere sul proprio telefonino l’animazione di due scimmie scorreggione vuol dire davvero avere poca stima di se’.

Ecco a voi i due simpatici personaggi in questione, Eggio & Score, impegnati a solfeggiare con lo sfintere simpatici motivetti che richiameranno la nostra attenzione verso il cellulare nel corso di una riunione con il nostro capo, o al cinema, o, perche’ no, durante l’appuntamento con quel tocco di gnoccolone che abbiamo puntato per tanti mesi.

Quando ho visto lo spot per la prima volta, il primo pensiero che mi e’ venuto in mente (oltre a “macheccazz?!?!“) e’ stato “Che nomi originali per due scimmie!”. Poi invertendo l’ordine dei fattori mi sono tristemente accorta dell’acuto gioco di parole. Ole’.

6348.gif

MI PRESENTO SON L’ORSETTO RICCHIONE…

Due giorni a Londra per lavoro.

Primo giorno di megaconvenscion aziendale con tanto di serata danzante e concertino di un gruppo fake-Queen per il quale gli inglesi sono letteralmente I M P A Z ZI T I.

Secondo giorno di modesto shopping londinese con tranquilla passeggiata in centro e tappa obbligatoria nel famigerato negozio di giocattoli Hamley’s.

“Non puoi NON conoscere il mitico Hamley’s. E’ stupendo, bellissimo…..hanno dei giochi meravigliosi che non trovi da nessun’altra parte nel mondo”.

Beh, effettivamente e’ vero. L’orsetto col durello non l’avevo davvero mai visto!

                                               Orsetto di Hamley’s